Farmacia Camilli consiglia di non sprecare farmaci, ma di donarli ai più bisognosi.

La povertà sanitaria è un fenomeno che affligge sempre più il nostro paese. Molti cittadini, in Italia, vivono in situazioni di disagio economico e sono indotti a limitare il numero di visite mediche o non possono accedere alle cure di cui hanno bisogno. Sempre più persone sono costrette a rinunciare anche alle medicine di base.

Rivoluziona il tuo stile di vita, dona i tuoi farmaci inutilizzati!

Quante confezioni di medicinali, solo parzialmente utilizzate, riempiono ogni giorno l’armadietto del proprio bagno?
E quante volte capita di dimenticarsene, per poi scoprire che sono scaduti?

Uno spreco di risorse enorme dal punto di vista economico, ambientale ma soprattutto sociale! Sempre più numerose sono, infatti, le persone che si rivolgono agli enti assistenziali per richiedere i farmaci di cui necessitano.

Banco farmaceutico, insieme ad altre onlus, si occupa del recupero di farmaci non ancora scaduti per redistribuirli ai più bisognosi. Un’iniziativa importantissima contro lo spreco di medicinali.

Con un gesto semplice e gratuito, è possibile aiutare chi ne ha più bisogno, dando nuova vita ai farmaci. Donare i medicinali significa, inoltre, evitare le ingenti conseguenze prodotte sull’economia e sull’ambiente: lo smaltimento costa all’intera comunità e non sempre avviene in maniera corretta.

Farmacia Camilli, farmacia di turno a Roma in zona Casilina-Pigneto, condivide da sempre importanti temi che riguardano la tutela della salute, il rispetto della persona e dell’ambiente, contribuendo al miglioramento della qualità della vita per un futuro più sostenibile.

Per maggiori informazioni contatta Farmacia Camilli, la farmacia a Roma aperta tutti i giorni con orario continuato!

Seguici su

Cliccando sui link Social ne accettate le rispettive Privacy Policies
Farmacia Camilli non è responsabile in alcun modo del contenuto dei siti esterni

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento Maggiori in formazioni