L'influenza stagionale e il ruolo dei farmacisti

La stagione invernale sta arrivando e l’influenza non tarderà a mettere a letto milioni di persone.
Ma a chi ci si rivolge in caso di necessità?

Ebbene, da uno studio presentato da Assosalute (Associazione nazionale farmaci di automedicazione, aderente a Federchimica) il quado delineato è ben chiaro: 1 italiano su 4 si rivolge direttamente al farmacista (Il 25,6% degli italiani).
Inoltre, se considerato anche il trend degli ultimi anni si può affermare con certezza che questo è una tendenza in ascesa. La stessa domanda è stata infatti posta anche nel 2016 e nel 2017, e i numeri sono in crescita. Se nel 2016 si rivolgeva al farmacista il 17,7% del campione, nel 2017 il 20,8%, e quest’anno si è arrivati a uno su quattro.

Si tratta di un dato senza dubbio interessante che rilancia prepotentemente il ruolo delle farmacie e del suo staff in tutto lo stivale.
Il farmacista ormai viene considerato un punto  di riferimento, spesso preferito anche al medico generale per la sua disponibilità, ruolo che da anni viene interpretato con successo dal dott. Camilli e tutto il suo staff.

Per quest’anno si prevede una stagione influenzale di intensità media ma che comunque con non conterà meno di 5.000.000 di casi.

Farmacia Camilli vi augura sinceramente di non essere compiti da questa ondata di influenza ma nel caso succedesse, sappiate che potete trovare aperta la struttura tutti i giorni della settimana, dal Lunedì alla Domenica compresi i festivi, 7 giorni su 7, dalle ore 8.00 alle ore 21.00, garantendo un servizio qualificato, efficiente e competente.

Our website is protected by DMC Firewall!

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni