Che cosa è l'intolleranza al lattosio in Italia

L’intolleranza al lattosio è indubbiamente una delle piaghe che maggiormente affligge la popolazione mondiale.
Basti pensare che nel mondo, le persone colpite da questa intolleranza oscillano tra i pochi punti percentuali (Australia) fino a un clamoroso 98% (Giappone).
E la situazione dell’Italia?

Bhè, l’intolleranza al lattosio in Italia è una questione davvero seria perché affligge il 68% della popolazione.
Nonostante questi incredibili dati, la maggior parte delle persone ignora la spiegazione fisiologica.

Che cosa è quindi l’intolleranza al lattosio?
Questa è rappresentata dall’incapacità di digerire il principale zucchero del latte: il lattosio.
Per far si che questo avvenga infatti, il nostro corpo ha bisogno di un enzima, chiamato lattasi, che si occupa della scissione del lattosio in glucosio e galattosio. Tuttavia, mentre nell’età infantile è molto attivo nel nostro corpo, con la crescita quest’ultimo tende a scomparire. La sua mancanza provoca quindi problematiche durante la fase di digestione che portano alla formazione di idrogeno e metano all’interno dell’intestino, causando forti dolori dovuti alla distensione della parete intestinale.

Come riconoscere l’intolleranza al lattosio quindi?
I sintomi più comuni sono dolori intestinali, flautolenza e diarrea.
Tuttavia, purtroppo questi possono facilmente scambiati per sintomi derivati da altre problematiche. Di conseguenza la sua diagnosi deve essere sempre accompagnata da uno specifico test per intolleranze alimentari che sia in grado di eliminare ogni dubbio sulla questione.

Per effettuarli potete rivolgervi direttamente a Farmacia Camilli oppure visitare questa pagina  in cui potrete trovare tutte le informazioni riguardanti i test per le intolleranze alimentari.

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni