Consulenza - Il Dott. Fabio Camilli, la Dott.sa Flavia Camilli e tutto lo staff della Farmacia Camilli sono a disposizione per dare risposte certe a tutte le vostre esigenze di salute, benessere e bellezza

Le compresse dimagranti a uso medico richiedono la prescrizione medica ed agiscono sulla sensazione di fame, sul metabolismo, e sui rischi legati all'obesità. Oggi sono utilizzate soprattutto da donne giovani per fini estetici e utilizzati poco da persone con problemi di obesità, soprattutto di sesso maschile. Da sole, non hanno nessun effetto.

No. Raffreddore e influenza sono malattie virali, gli antibiotici devono essere utilizzati per curare le infezioni batteriche.

La forfora è un disturbo del cuoio capelluto abbastanza frequente, la testa prude e la pelle del cuoio capelluto si desquama. La forfora può essere curata molto facilmente, basta seguire la cura con costanza utilizzando i prodotti giusti. Se ha forma lieve, basta utilizzare uno shampoo delicato e antiforfora che rende i capelli meno oleosi ed evita l'accumulo di cellule. Una terapia alternativa è il lavaggio dei capelli (quotidiano) con l'olio di melauca o albero del tè, che ha proprietà antibatteriche.

Il cancro del collo dell'utero rappresenta un problema sanitario crescente in tutto il mondo.  Tuttavia, i pap test hanno permesso di ridurre del 70% la mortalità. Il pap test è un esame molto semplice che deve essere eseguito almeno ogni 3 anni, è consigliabile eseguire il primo pap test tra i 20 e i 25 anni fino al perdurare della vita sessuale. L'esame si esegue durante la visita ginecologica, il medico preleva alcune cellule dal collo dell'utero e le striscia su un vetrino, che consente al citopatologo di esaminarle. Il pap test deve essere effettuato almeno 48 ore dopo i rapporti sessuali e al di fuori dei perodi mestruali; in caso di menopausa il medico può prescrivere il trattamento a base di estrogeni prima dell'esame.

L’allergia è una reazione anomala del sistema immunitario ad un agente esterno, o ad un particolare alimento assunto da un soggetto predisposto. L’allergia è doseindipendente perché non dipende dalla quantità degli alimenti che si ingerisce ma dal tipo di alimento che stimola la produzione di IgE, anticorpi specifici che agiscono contro gli elementi esterni dannosi al nostro organismo. Le reazioni più frequenti coinvolgono il cavo orale e il canale digestivo, ma possono esserci manifestazioni sula cute o coinvolgere l’apparato respiratorio. Tra le reazioni più gravi che possono presentarsi, seppur rara, è lo shock anafilattico, una grave reazione dovuta alla liberazione di istamina, una sostanza prodotta dal nostro organismo in risposta ad un attacco allergenico. La cura sicuramente più efficace, allo stato attuale, risulta essere la dieta di esclusione, evitare di assumere l’alimento che ci provoca allergia.

DMC Firewall is a Joomla Security extension!

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni